Centro diagnosi e analisi

Laboratorio, centro analisi e poliambulatorio

Tel. 0376 531661

I nostri servizi

Un elenco dettagliato

campione di sangue

Centro Diagnosi Srl offre attività di prelievo (con due punti prelievo, l'uno a Suzzara e l'altro a San Bendetto Po') ed esecuzione analisi nei seguenti settori: chimica clinica, sierologia, ematologia, coagulazione, immunologia, microbiologia, endocrinologia, autoimmunità, tossicologia, farmaci, allergologia, intolleranze alimentari o da inalanti, droghe d'abuso, medicina del lavoro.

Ci occupiamo dunque di diagnostica clinica, diagnostica ormonale, prelievi per esami batteriologici, diagnostica ecografica, diagnostica strumentale, visite specialistiche, diagnostica laboratorio, poliambulatori, analisi cliniche, consegna referto in giornata.


Preparazione al prelievo di sangue






Come prepararsi al prelievo di sangue ?

Le accortezze da applicare prima di un prelievo ematico sono le seguenti:

osservare un digiuno di almeno 8/12 ore prima del prelievo evitando anche bevande, fatta eccezione per l’acqua naturale.

evitare di fumare al mattino prima del prelievo.

non assumere alcool nelle 12 ore che precedono il prelievo.

non assumere farmaci nelle 12 ore precedenti il prelievo ad eccezione di prescrizione obbligatoria del medico o assoluta necessità; nei casi suddetti segnalare il tipo di farmaco assunto
al prelevatore.

nei giorni antecedenti il prelievo non modificare le proprie abitudini alimentari.

evitare sforzi fisici intensi nelle 24 ore precedenti il prelievo.

evitare l’eccessivo digiuno (oltre 24 ore) per la conseguente diminuzione di glicemia, colesterolo, trigliceridi, proteine, T3, T4 ed aumento di bilirubina, acido urico e creatinina.

Nei seguenti specifici casi è raccomandata l’assunzione di 2/3 bicchieri d’acqua di primo mattino e nell’ora che precede il prelievo del sangue:

pazienti in Chemioterapia

pazienti in Terapia Anticoagulante (TAO)

pazienti con vene difficili

Accortezze dopo il prelievo ematico


Esistono alcuni accorgimenti da mettere in pratica subito dopo il prelievo:

subito dopo il prelievo è assolutamente necessario tenere il braccio disteso, la mano aperta e premere il cotone sul punto di prelievo, senza strofinare, per almeno 5 minuti.

se il paziente assume farmaci anticoagulanti (Sintrom, Coumadin, Eparina, Clexane, Cardioaspirina),

se è in chemioterapia o in stato di gravidanza e in tutti quegli stati fisiologici o patologici in cui la coagulazione risulta rallentata, l’accortezza dovrà essere maggiore e sarà necessario dunque che la pressione sul cerotto venga esercitata per 8/10 minuti.

evitare di portare pesi e compiere sforzi con il braccio sul quale è stato effettuato il prelievo nei primi minuti successivi allo stesso.

consigliamo alle persone più emotive, ai bambini e alle donne in gravidanza di soffermarsi in sala d’attesa per alcuni minuti dopo il prelievo e di avvisare immediatamente il personale del laboratorio in caso di qualsiasi disturbo.

E’ importante ricordare che il prelievo è e resta comunque un evento traumatico per il vaso sanguigno e che è da ritenersi probabile la comparsa di fenomeni post traumatici quali ecchimosi (livido) o edemi (lieve gonfiore).
Non allarmarsi eccessivamente dunque per il verificarsi di questa evenienza poco gradevole ma dalla prognosi assolutamente benigna e applicare una pomata specifica come Arnica, Reparil, Hirudoid, Lasonil. Nei casi più difficili, ripetere l’applicazione 2 volte al giorno per un paio di giorni.

CENTRO DIAGNOSI srl | 16/B, Via Sombor - 46029 Suzzara (MN) - Italia | P.I. 00434140208 | Tel. +39 0376 531661 | Fax. +39 0376 507322 | centro.diagnosi@libero.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite